Lo stile industriale nasce negli USA all’inizio degli anni ‘50 a New York. All’inizio si sviluppa come conseguenza della rivalutazione di edifici dismessi che avevano ospitato, appunto, attività produttive industriali. In seguito sono gli elementi architettonici e i complementi di arredo che vengono inseriti in contesti più tradizionalmente domestici. Questa migrazione ha dato così origine ad uno stile tutt’altro che moderno, ma che ha trovato applicazione nel nostro Paese soltanto negli ultimi vent'anni.

La caratteristica principale di questo stile è proprio quella di riutilizzare elementi originali usati in passato per allestire ambienti industriali a seconda delle funzioni produttive. Quindi tubazioni in ferro grezzo, tavoli e banchi da lavoro, illuminazione e trasformarli in complementi di arredo, spesso spostandoli dalla funzione originale, per adattarli a nuovi usi. L'arredo industrial però non si basa solo sul design di recupero, ma eredita anche le soluzioni architettoniche proprie di quegli edifici pensati per l’industria di quegl’anni.

Quindi particolari rivestimenti dei muri, pensiamo al classico mattone rosso, o a intonaci e verniciature grezze; la struttura delle finestre, gli impianti a vista, l’uso strutturale del legno massiccio grezzo, pavimentazioni in cemento e tutta un’altra serie di dettagli solitamente presenti in ambienti con tale destinazione d’uso. Oggi l'arredamento in stile industriale ha subito certamente un’influenza commerciale, nel senso che gli allestimenti sono composti sempre meno da materiale di recupero e sempre più costituiti da complementi funzionali ed estetici di produzione in stile industriale.

In questa guida ci proponiamo di dare delle indicazioni utili e pratiche per quanto riguarda l’illuminazione in stile industriale in riferimento alla scelta della libreria da integrare all’arredamento già esistente. Ecco quindi qualche idea per dare un tocco industriale alla tua casa.

Illuminazione industrial: 4 lampadari in stile

L’illuminazione industriale è uno degli elementi maggiormente caratterizzanti dello stile che ha stravolto il modo di concepire sia la distribuzione che i punti luce in sé dentro un’abitazione. Un lampadario in stile industriale sarà quindi caratterizzato da elementi decontestualizzati e ricollocati concettualmente o, più semplicemente, richiama e spesso imita integralmente forme, dimensioni, materiali e colori delle classiche lampade industriali usate come elemento singolo o per creare nuove composizioni combinate a seconda delle dimensioni e delle necessità. I materiali sono il ferro nudo o verniciato con toni grigi dall’aspetto vissuto, ruvido, grezzo. Di seguito proponiamo una piccola selezione di lampade in stile industriale con recensioni dedicate.

Lindby propone Zlata, un modello di lampada a sospensione davvero molto rappresentativa ideale per arredare una cucina in stile industriale. Si caratterizza per essere realizzata con del materiale di recupero, una sezione di tubo idraulico in metallo grezzo verniciato di nero. La struttura ospita 5 punti luce innestati su altrettanti raccordi a T alle cui estremità opposte corrispondono delle chiuse idrauliche colorate di rosso. Particolarità capace di creare un contrasto di colori molto suggestivo. Alcune caratteristiche tecniche: materiale di fabbricazione è l'acciaio. La struttura nel suo insieme ha le seguenti misure scatolari: 92 x 12 cm. I due cavi di sospensione hanno una misura massima di 150 cm. La Zlata è classificata dal punto di vista energetico A++ con grado di protezione IP20 (I). Tensione di esercizio e di alimentazione 230 V. La lampada può ospitare sino a 5 lampadine da 60 W ciascuna dimmerabili. Sia le lampadine che il dimmer non sono compresi nella fornitura.

E' un modello di lampadario in stile industriale molto caratterizzante per l’ambiente di installazione. Si contraddistingue per il sistema di regolazione dell’altezza a bilancia che lo rende unico nel suo genere. La struttura è composta da due elementi che dialogano tra di loro: il corpo centrale, aperto nell’attacco della campana e protetto da una griglia che permette la diffusione della luce nella parte alta e, appunto, la capanna rifinita con una coprilampada in vetro a sua volta protetta da una griglia in metallo. Vediamo le sue caratteristiche tecniche: materiali di fabbricazione sono il metallo (grigio cemento) e il vetro. L’attacco della lampadina è di tipo E27 da 60 W dimmerabile. Sia la lampadina che il dimmer non sono compresi nella fornitura. La campana della lampada ha un diametro di 35 cm, la struttura nel suo insieme ha un altezza di quasi 26 cm. Il sistema di regolazione dell’altezza è dinamico con un’estensione massima di 235 cm. Tensione di esercizio e di alimentazione è di 230 V mentre la classe di protezione è classificata IP20 (II). Classe di efficienza energetica A++. la lampada Louisanne è così caratterizzante che ha la capacità da solo di trasformare una casa normale in una casa in stile industriale.

E' un altro modello di lampada a sospensione tra le più indicative di questo stile tra tutti i modelli di lampadari in stile industriale proposti dal mercato. Si presenta con una struttura aperta interamente realizzata in metallo la cui particolarità è la forma del copri lume a griglia che può essere scelta in fase di acquisto tra 5 modelli o a piacere acquistare l’intera linea per dare coerenza all’ambiente di installazione. Molto suggestivi e rappresentativi dell’arredamento in stile industriale. Una breve sintesi delle sue caratteristiche tecniche più importanti: il materiale di fabbricazione è il metallo con componenti verniciate in nero e altre (la campana a griglia) in ottone antico. L’attacco della lampadina è di tipo E2 da 60 W dimmerabile. Sia la lampadina che il dimmer non sono compresi nella fornitura. Le sue dimensioni sono 109x16 cm. L’altezza di sospensione regolabile massima è di 150 cm. Sia la tensione di esercizio che di alimentazione è di 230 V. Classe energetica A++ con protezione IP20 (I).

Chiudiamo questa rassegna dedicata all’illuminazione in stile industriale con il modello LUCIDE "Joshua", una lampada da terra tra le più interessanti e originali che il mercato offre. Si caratterizza per la sua struttura aperta, la campana è infatti costituita da una rete metallica che consente una diffusione luminosa libera. Il paralume si innesta su un treppiedi regolabile in legno in stile cavalletto da pittore. La lampada è snodabile e regolabile a 360° sia sull’asse verticale che quello orizzontale. Le sue caratteristiche tecniche: i materiali di fabbricazione sono il legno chiaro per quanto riguarda il supporto, mentre il paralume è in metallo nero. L’attacco della lampadina ( non compresa nella fornitura) è di tipo E27 da 60 W non dimmerabile. Ha un’estensione massima in altezza di 105 cm con un diametro di 42 cm. Nello specifico il paralume misura 22 cm di diametro con un profondità di 24,5 cm. La tensione di esercizio e di alimentazione si equivalgono: 230 V. Protezione IP20 (II) e classe di efficienza energetica A++.

Le 4 migliori Librerie in stile industriale

Per quanto riguarda le librerie in stile industriale i designer hanno lavorato per associazione, cercando di applicare uno stile su un arredo funzionale assente in contesti industriali se non negli ambienti gestionali. Le idee infatti nascono proprio prendendo spunto dalle scaffalature destinate all’archiviazione dei documenti. Si è trattato quindi di ricreare, più che riconvertire, quell’idea essenziale e pratica portandola dentro ad un contesto più intimo come può esserlo un living, uno studio o, anche, una camera da letto moderna. Le librerie in stile industriale si caratterizzano quindi da strutture aperte molto minimaliste con ripiani in legno massiccio e rustico e strutture in ferro grezzo importanti. Questi due materiali sono stati poi assemblati in diverse combinazioni sempre però trattenendo nell’estetica quel senso di robustezza e praticità che caratterizza l’arredamento industrial. Di seguito abbiamo compilato una selezione di librerie in stile industriale con recensioni dedicate e tutte le informazioni utili a fare una buona e consapevole valutazione all’acquisto.

Himimi propone una libreria in stile industriale a 5 ripiani in legno massiccio con struttura portante aperta in metallo. Le misure d’insieme sono 180x80,30 cm. Si tratta di una libreria industrial che si presta per essere inserita in diversi ambienti con diverse destinazioni d’uso. Serve l’ufficio, il soggiorno e la cucina in modo funzionale, inserendosi dal punto di vista del design in altri contesti stilistici senza creare discontinuità di linee, forme e colori. La libreria viene fornita smontata con istruzioni dettagliate e di tutti gli accessori utili al montaggio.

Leaning Ladder ha realizzato e propone uno scaffale in stile industriale con installazione a pavimento/parete caratterizzato dalla struttura in tubi idraulici in metallo grezzo nero. Si compone di 4 ripiani in legno massiccio rustico. Si tratta di uno scaffale pratico e poco invasivo dal punto di vista del design per quanto necessita di una chiara visione della distribuzione degli spazi per via del fatto che l’installazione è fissa. Le sue dimensioni sono 69x23,5x12. La distanza tra una mensola è l’altra è di 15 pollici circa. Ideale per essere usata anche come mobile bagno industrial.

La terza proposta è firmata da VASAGLE, brand specializzato nello sviluppo e produzione di mobili in stile industriale. Si tratta di una libreria/scaffale da terra. La struttura portante è in acciaio nero mentre le mensole sono in truciolato rivestito come anche i pannelli divisori. Ideale per lo studio e il soggiorno che può essere sfruttata anche come porta oggetti. Misura nel suo insieme 74x30x154,5 cm per un peso complessivo di 21 kg circa. La libreria viene fornita smontata con istruzioni e strumenti di montaggio dettagliate per il montaggio.

Chiudiamo questa rassegna con un altro modello VASAGLE. Si tratta di uno scaffale con struttura portante laterale in metallo e due tiranti posteriori che ne garantiscono la tenuta delle forma scatolare. I 4 ripiani sono realizzati in legno truciolato finto rustico con una capacità di carico di 10 kg. Si caratterizza per il montaggio intuitivo e semplificato anche grazie al manuale di installazione completo e dagli strumenti utili per il montaggio compresi nella fornitura. Le sue dimensioni sono 66x30x120 cm. Questo scaffale si presta anche per arredare i bagni in stile industriale.

avatar Staff
Blogger e Copywriter vari che collaborano periodicamente nelle ricerche e nei test dei prodotti recensiti. Se vuoi collaborare anche tu: info@casa.re
Precedente Piumino Singolo e Matrimoniale 4 stagioni, quale scegliere?
Successivo Come utilizzare la Realtà Aumentata per l'Interior Design

Fai una domanda su questo post.