La centralizzazione progressiva nelle città ha portato molti vantaggi: punti di pubblica utilità ed interesse, accesso a commerci di ogni tipo, eventi interessanti ogni giorno… ma, come accade ormai da secoli, l'alto numero di persone in uno spazio ristretto, porta ad un aumento dell'inquinamento dell'aria.

Smog, particelle tossiche, virus e batteri, persino gas… l'aria che respiriamo, specie al centro delle metropoli dove viviamo, è spesso molto meno pulita di quello che crediamo. Entrano però in gioco i purificatori d'aria per la casa, macchinari avanzati capaci di eliminare la maggior parte delle sostanze nocive e non desiderate dall'ambiente, restituendo stanze più piacevoli dove vivere ed evitando complicazioni a chi è sensibile al polline ed altri elementi "problematici".

Purificatori d'aria a confronto: qual è il migliore?

Dyson, Philips ed altre marche hanno creato molte soluzioni, basate sulla grandezza delle abitazioni e con funzionamenti anche piuttosto diversi fra loro. Ma quale vince? Vediamo tre modelli a confronto.

Purificatore aria Philips AC4550/10

Si tratta della versione più grande del purificatore d'aria appartenente al marchio tedesco. Questo purificatore d'aria Philips dalle dimensioni ridotte e dal design minimalista, presenta delle specifiche ottime a prezzi piuttosto contenuti.

Il vantaggio principale risiede sicuramente nella sua silenziosità e praticità di utilizzo: un display colorato in 4 sfumature diverse, da blu a rosso, misura la qualità dell'aria ed aziona automaticamente la ventola interna.

La filtrazione è composta di un filtro HEPA per le particelle e gli allergeni, uno al carbone attivo per gas nocivi e odori e un ulteriore sistema filtrante, il quale scherma i due filtri più interni dalle particelle di grandezza maggiore, fungendo da pre-filtro.

La durata del filtro HEPA è garantita 12 mesi ed i ricambi sono piuttosto economici, potendo quindi soddisfare chi cerca un prodotto dalla manutenzione facile e non troppo dispendiosa.

Facile da controllare, il purificatore svolge il suo dovere, ma bisogna stare attenti a più di qualche dettaglio: sono in diversi ad aver riportato problemi al wi-fi. L'apparecchio non è dotato di telecomando ed è invece disponibile un'app per smartphone chiamata Air Matters. Molti acquirenti si sono però lamentati della mancanza di sincronizzazione fra app ed apparecchio, il quale sembra poi controllabile soltanto manualmente.

Un altro lato dolente di questo ottimo modello è la necessità di essere talvolta ripulito dalla stessa polvere che aspira: la scocca esterna, nonostante il design assolutamente minimalista, ha la tendenza ad accumulare piccole quantità di polvere sottile, la quale si deposita contro l'apparecchio stesso, necessitando di essere spostata (con un piumino o un semplice fazzoletto) per far sì che il purificatore possa rimuoverla dall'aria. Un problema sicuramente minore, ma che vale la pena considerare visto l'investimento piuttosto importante.

La capacità di filtraggio è di 0,3 micron e la velocità misurata di purificazione è di 400 metri cubi orari, in riferimento ad una stanza di 20mq, alta 24 metri. Un prodotto eccellente e capace di soddisfare le richieste di molti, almeno nella sua versione più grande, la quale assicura un funzionamento ottimale fino a 104mq.

Purificatore aria Dyson Pure Cool Link

Dal design futuristico, questo prodotto della nota azienda britannica è studiato per soddisfare anche le richieste dei più esigenti.

Come funziona il purificatore d'aria Dyson è presto detto: il sistema Air Multiplier è, in parole semplici, un sistema di ventilazione per areare le stanze durante la purificazione, mescolando l'aria e permettendo quindi una pulizia più completa.

Se confrontato con le altre soluzioni dei competitors, la tecnologia della casa madre è l'unica capace di sostituire un condizionatore, almeno in parte.

Presenta un display minimale che a qualcuno non piace molto ma la capacità di filtraggio è sicuramente un punto a favore di questo modello. Oltre al filtro HEPA, vi è un filtro in grafite interno, così come la possibilità di rotazione e funzionamento a 10 velocità diverse.

Si può inoltre interfacciare con una app attraverso il vostro smartphone dove sarà possibile consultare le statistiche sulla qualità dell'aria nel locale oppure utilizzarlo come telecomando. Un telecomando vero e proprio è compreso nell'acquisto, la sua comodità maggior sta nel fatto che è magnetico e può essere adagiato in sicurezza proprio dul purificatore senza paura che possa cadere.

Un investimento sicuramente più contenuto degli altri modelli sul mercato, il Dyson Pure Cool Link è un ottimo candidato per chi vuole un prodotto valido, senza troppe funzioni aggiuntive, che faccia il suo lavoro e rimanga affidabile nel tempo. I ricambi dei filtri sono venduti direttamente da Dyson, a prezzi ragionevolmente bassi. La manutenzione è facilitata, come in quasi tutti i purificatori moderni, senza complicare troppo montaggio e smontaggio.

Se proprio si dovesse notare una piccola pecca su come funziona il purificatore d'aria Dyson, potrebbe rivelarsi decisamente antipatico il rumore prodotto dal motore al massimo della potenza, ma essendo provvisto di modalità notturna e diverse velocità, è facile trovare il giusto equilibrio fra buona areazione e silenziosità.

Purificatore aria ad ozono Airthereal MA10K-PRO

Un prodotto decisamente diverso, molto più complesso nel funzionamento ed, in parte, nello scopo.

Se i due modelli presentati finora si occupano di rimuovere i batteri nell'aria oltre il 99%, un purificatore d'aria ad ozono adotta un altro sistema, garantendo una pulizia completa, ma con degli svantaggi più che evidenti.

L'Airthereal MA10K-PRO è un modello di purificatore d'aria ad ozono capace di sanificare fino a 10.000mg all'ora di aria. Il funzionamento è particolare, in quanto questa macchina, una volta azionata, emana nell'ambiente dell'ozono, il quale viene poi riconvertito in ossigeno durante il processo di pulizia.

L'ozono è una sostanza piuttosto nociva per piante, animali e persone, per questo è altamente sconsigliato l'utilizzo quando non è possibile areare bene la casa, né essere assenti per la durata del trattamento.

Il timer di cui è provvisto l'apparecchio permette d'impostare quanto dovrà rimanere in funzione, con suggerimenti d'uso che vanno dai 15 minuti fino alla mezz'ora. Molti hanno però riportato dei tempi ben diversi, ovvero fino ad un'ora per permettere la completa purificazione dell'aria.

Una soluzione sicuramente molto meno agevole dei modelli di purificatori recensiti finora, ma che pone il risparmio e l'efficacia assoluta in primo piano. Questi apparecchi, infatti, riescono a rendere sana anche una stanza dove è presente della muffa, eliminando dall'aria le particelle nocive. Il funzionamento è garantito per ambienti fino a 2000mq, potendosi quindi fregiare quindi della dicitura "industriale", in quanto del tutto utilizzabile anche in circostanze di fabbriche, uffici molto grandi ed altre situazioni simili.

Dovendo avere a che fare con l'ozono, una sostanza nociva per l'uomo, è bene informarsi su come usare l'apparecchio, ma se si sta cercando un sistema per sanificare l'aria di grandi ambienti, con la maggiore efficienza possibile, il MA10K-PRO è sicuramente la scelta più giusta da fare.


Se l'obiettivo dell'acquistare un purificatore è rendere l'ambiente domestico più pulito e vivibile, sicuramente la soluzione ad ozono è esagerata e poco agevole. Tuttavia, potrebbe essere una buona idea se usata sapientemente, magari quando si esce per lavoro o si può dedicare diverso tempo al processo.

Soluzioni più pratiche e dall'efficacia comunque ottima, si rivelano le nuove tecnologie di Philips e Dyson, le quali permettono di non avere a che fare con sostanze nocive e rimanere presenti nelle stanze mentre svolgono il loro lavoro, il quale può continuare persino durante la notte.

Qualsiasi sia l'apparecchio più adatto alle proprie esigenze, rimane sempre necessario ricordare che tutte queste macchine necessitano d'imparare il loro metodo di utilizzo per massimizzarne l'efficacia e l'investimento.

avatar Alessandro Cerroni
Owner presso Social Media Manager Italia, supporto le Aziende (e non solo) a comunicare efficacemente sui Social Network
Fai una domanda su questo post.