La soddisfazione di veder crescere ciò che si semina e successivamente mangiare i frutti del proprio orto è una soddisfazione non da poco! Al contrario di ciò che si può pensare, dar vita al proprio orto personale non è così difficile. Basta solo un po’ di cura nel rispettare i tempi giusti e dare le corrette attenzioni alle proprie piante e i risultati saranno ottimi!

Grazie ai vasi (anche fai da te, ricavati da contenitori da buttare come quelli del gelato ad esempio) se non si ha a disposizione un orto o un giardino è possibile creare un piccolo orticello anche in casa o sul balcone!

Di seguito vedremo come far crescere nel tuo orto piante di peperoncino e di fagioli in modo semplice! Ma prima partiamo dal terreno, è importantissimo avere una buona base per ottenere dei risultati.

Impara a preparare al meglio il terreno e a coltivare queste piante in modo naturale, sano e bio

Un buon punto di partenza, per dare ai nostri semini il giusto nutrimento per crescere sani e forti, è avere un terreno ricco e concimato. Si consiglia di utilizzare un concime organico in modo da essere sicuri di portare in tavola un prodotto naturale. Per concimare al meglio, spargere circa 4 manciate di concime per metro quadro (nel caso di un orto), o una manciata in un vaso, poi rastrellare per far interrare bene il tutto di almeno 15/20 cm. Adesso il vostro terreno è pronto ad accogliere i semi!

Come piantare fagioli e fagiolini?

Fagioli e fagiolini sono ottimi da consumare a tavola e provare a coltivarli anche in balcone non è difficile, basta solo stare attenti ad alcune accortezze.

Per questo tipo di legumi, se si coltiva in casa, è importante utilizzare vasi alti almeno 30 cm perché le radici hanno bisogno dei loro spazi. Il periodo migliore per seminare fagioli e fagiolini è aprile e un trucchetto, prima di procedere alla semina, è quello di mettere a bagno i semi la sera prima in modo da accelerare la germinazione. Poi procedere così:

  • scavare delle buchette con il dito,
  • posizionare i semi a mucchietti da 4 circa a una distanza di 10 cm dal mucchietto successivo,
  • premere delicatamente i semi e ricoprire con 1 cm di terra (non interrarlo troppo altrimenti il seme rischia di marcire).

Non dimenticare l’acqua!

Consiglio: se vuoi raccogliere più fagioli possibile, pianta delle varietà tipiche della tua zona! Sicuramente, essendo più adatte al clima del luogo, saranno più produttive!

Come piantare i peperoncini?

La scelta dei semini di peperoncino è la parte più divertente. Infatti, esistono davvero tantissime varietà e tantissimi livelli di piccantezza! Basta dare uno sguardo online per scoprirle e rimanere a bocca aperta!

Una volta acquistati i semi, bisogna prendere una vaschetta e riempirla con uno strato di terriccio umido. Disporre poi i semini a una distanza equa gli uni dagli altri di circa un centimetro e coprire con un sottile strato di terra. Bagnare poi abbondantemente con uno spruzzino e ricordarsi di non lasciare mai il terriccio secco, deve sempre essere umido.

Il periodo di semina migliore per i peperoncini va da gennaio ad aprile.

La semina dei peperoncini è decisamente semplice. Quindi cosa aspettate? Scegliete la tipologia più adatta a voi e provate, così avrete sempre a disposizione peperoncini per le vostre ricette!

avatar Staff
Blogger e Copywriter vari che collaborano periodicamente nelle ricerche e nei test dei prodotti recensiti. Se vuoi collaborare anche tu: info@casa.re
Precedente Quale amaca scegliere su Amazon
Successivo Qual è la migliore spazzatrice a spinta da acquistare online

Fai una domanda su questo post.