Tra le tante attività che il web ci mette a disposizione per guadagnare, il trading online è forse quella più "tradizionale" infatti fin dalla nascita dell'internet, il trading ha preso subito piede ampliando la platea degli utilizzatori e di investitori a livello globale. Nel corso degli ultimi anni sono nate molte piattaforme digitali sulle quali ognuno di noi può fare trading online senza rischi ma, prima di affacciarci a questo mondo è bene che si inizi a capirne meglio alcuni aspetti.

Abbiamo provato qui a dare qualche input utile per chi vuole affacciarsi a questo mondo con le dovute conoscenze e cautele del caso. C’è venuto in aiuto per questo scopo, Alessio Aloisi, un coach di comprovata esperienza che è anche autore di diverse pubblicazioni a tema Trading Online. Qui di seguito riportiamo una breve intervista in cui abbiamo voluto cominciare un percorso informativo che certamente avremo modo di approfondire in futuro con l’obiettivo di promuovere attività economiche che possono essere svolte in modalità smart working, un tema che a noi di Casa.re è molto caro.

Ciao Alessio, partiamo subito con la domanda più importante: Cos’è il Trading Online? Come fare trading online da casa?

Il Trading Online, detto in parole spicciole consiste nel “giocare in borsa”. Tanti anni fa si chiamava la banca e si aprivano le operazioni finanziaria, al giorno d’oggi può essere fatto tutto a portata di Click, Online, con un computer e una connessione ad Internet. Trading è un termine molto generico, nello specifico principalmente si può fare trading sulle materie prime, sulle valute (forex), sul mercato azionario e sugli indici. Sicuramente questa è una delle attività che possono essere svolte comodamente da casa.

Per chi è adatto il Trading?

Il trading può essere fatto da:

- Persone che hanno dei risparmi che vogliono gestire in autonomia.

- Persone appassionate all’argomento che vogliono acquisire delle skills per imparare a fare trading per conto proprio o per gestire capitali altrui (con le regolamentazioni dovute).

Il trading non è adatto per chi:

- Non sa gestire le proprie emozioni.

- Cerca un guadagno extra fisso.

Quanto si guadagna con il Trading?

In un'altra intervista mi hanno detto che sono stato troppo rude, ma non mi importa, voglio che il messaggio sia chiaro, la verità a volte fa male, e il messaggio deve arrivare come uno schiaffo per svegliare le persone che vivono nel mondo degli unicorni.

Qui arriva la nota dolente. Anni e anni di pubblicità ingannevoli hanno portato a credere che il trading sia una strada per fare soldi velocemente. Questo per il 99,9% dei casi è FALSO.

I migliori fondi di gestione, i migliori Traders del mondo hanno un ROI medio annuale intorno al 25 %. Banalmente questo significa che un anno si può chiudere a -20% e l’anno dopo a +30%.

Capisci bene se arriva un genio di turno e ti promette un 20% al mese, è molto probabilmente una truffa.

Nei miei libri sul trading ci sono diversi paragrafi in cui vado a fondo su questi argomenti questo perché negli anni ne ho viste di tutti i colori, persone che perdono tanti soldi poi vengono a chiedermi aiuto, per questo nei libri ho inserito una sorta di “manuale di difesa” per evitare tutte queste truffe e dare delle line guida utili a chi vuole saperne di più su questo mondo.

Ma, basta ricordare questo dato che ho già citato, i migliori al mondo fanno un 25% l’anno, se qualcuno promette di più, al 99,999999% è una truffa oppure c’è un rischio troppo elevato che non può reggere a lungo termine.

Cosa significa? Significa che quell’ipotetico 25% è stato fatto con un rischio medio/basso, quindi in teoria è possibile fare performance maggiori? Si, ma aumentando il rischio, e con il rischio aumentano le probabilità di perdere gran parte del capitale.

Il Rischio e il Rendimento sono direttamente correlati. Ci sono diversi profili di rischio che possono portare determinati risultati, impossibile pensare di rischiare poco e avere grandi guadagni o viceversa.

Con quanti soldi si può partire?

Non c’è un minimo, ovviamente dipende dall’obiettivo di ognuno. La regola fondamentale è di utilizzare solo il denaro che si è disposti a perdere e che non va ad intaccare la propria vita personale. Chi parte con tanto capitale può pensare a diversificare con diversi strumenti, come lo spread trading, comprare qualche buona azione e giocare con il mercato valutario. Ovviamente poi tutto è relativo in base agli obiettivi personali e budget a disposizione. Mentre per chi parte con poco capitale, il mercato più accessibile è quello Valutario, il Forex, il mercato che tratto principalmente e su cui ho scritto questi miei libri.

Parlaci dei tuoi libri sul Trading.

Questa raccolta contiene i 3 libri più importanti che ho scritto. Tutti riguardano il Trading Online sul Forex, ovvero per il mercato valutario. È la raccolta sul Trading più venduta in Italia su Amazon con migliaia di copie vendute. Tradotta poi in Francese, Tedesco, Spagnolo e Inglese. La cosa di cui sono orgoglioso e mi fa molto piacere sono i feedback positivi, oltre che su Amazon, intanto quelli che ricevo privatamente per email delle persone che mi ringraziano principalmente perché ho evitato loro errori che gli potevano costare caro, oppure per spunti particolarmente utili.

Nel primo libro si parte dalle basi, è un percorso che ti accompagna dai primi passi, fino ad arrivare ad applicare le prime strategie a mercato. Il secondo libro parla nello specifico di trading Automatico, ovvero come fare trading utilizzando dei software automatici che aprono e chiudono le operazioni su condizioni preimpostate dallo sviluppatore/trader. Questo è il mio ramo perché sono uno sviluppatore di sistemi automatici di trading, mi è venuto facile scrivere un secondo libro riguardo questo argomento. Il terzo libro invece è 90% Pratica, ci sono 10 strategie operative da utilizzare fin da subito. Certo bisogna prenderci dimestichezza, niente è facile, altrimenti lo farebbero tutti.

Consigli Finali.

Ti parlo “personalmente”, contro i miei interessi ti dico chiaramente che se hai pochi soldi e vedi nel trading una possibilità di salvataggio o di farti un extra al mese lascia perdere. I soldi “veloci” si fanno creando Business Online/Offline tramite il quale si offrono prodotti e/o servizi utili per le persone, risolvendo loro determinati (grandi) problemi o migliorando notevolmente la loro qualità di vita. Non esiste la bacchetta magica, non c’è un segreto.

“La Legge del Reddito: Sarete remunerati in modo direttamente proporzionale al valore che apportate in base al mercato” Harv Eker

Il trading è speculazione, fatta per lo più per chi ha già i soldi da investire. Quindi i soldi prima si devono fare, con business di servizi/prodotti, utilizzando i risparmi accumulati da lavoratore dipendente, soldi di famiglia etc. etc. Poi successivamente si può pensare di investire nel Trading, in immobili o quello che sia.

ApprofondimentoLeggi anche l'intervista sullo Smart Working che ci ha rilasciato Alessio Aloisi

avatar Alessandro Cerroni
Owner presso Social Media Manager Italia, supporto le Aziende (e non solo) a comunicare efficacemente sui Social Network
Precedente Telelavoro. Come rendere veramente smart il lavoro da casa, di Alicia Aradilla

Fai una domanda su questo post.