Lo smart working, di cui si è tanto parlato in questi ultimi mesi a causa del Covid-19, non è altro che la possibilità di svolgere il proprio lavoro da casa. Molto usato già da anni nel nord Europa, l’Italia lo ha conosciuto solo da poco, adattando nella propria abitazione la postazione più consona al tipo di lavoro e meno invasiva per i coinquilini.

Quali sono i vantaggi dello smart working: attenzione alle distrazioni

Diciamo la verità, questo tipo di lavoro intelligente o agile, come viene tradotto in italiano, è stata una vera e propria sorpresa per la maggior parte di impiegati, professionisti e imprenditori che si sono dovuti abituare ad indossare giacca e cravatta e accomodarsi in una scomoda postazione domestica. Ma non solo, nella categoria rientrano anche studenti, insegnanti di ogni ordine e grado e free lance, che possono svolgere il loro lavoro anche da casa tra video lezioni, piattaforme digitali e adempimenti eseguibili da remoto.

A pensarci bene, stare a casa per lavorare è più comodo di quello che sembrava inizialmente. Si riducono i tempi per recarsi in ufficio, ci si può svegliare più tardi e perché no, anche le spese diminuiscono a vantaggio della famiglia. Si può stare più tempo con i ragazzi, vivere le dinamiche familiari e godersi qualche momento di relax in più.

Ma attenzione, lo smart working non deve trasformarsi in distrazioni continue, perché dall’home office al divano il passo è davvero breve, a tutto discapito della produzione. Per questo è importante organizzare una vera e propria postazione da ufficio, che favorisca la concentrazione e renda l’ambiente più professionale possibile. Dalla stanza alle luci, dalla parete da inquadrare durante eventuali videoconferenze per giungere alla parte più importante dell’home office: la scrivania.

Come organizzare lo smart working: a ciascuno la sua scrivania

Il primo passo da fare è quello di scegliere un angolo della casa e di adibirlo ad ufficio, è necessaria una scrivania smart working da collocare nella sala da pranzo o nella stanza da letto. Sono necessarie delle mensole per adagiarvi fascicoli e cartelline e una comoda sedia che consenta di lavorare agevolmente, evitando improbabili mal di schiena.

Dovendo trascorrere molte ore al lavoro, è opportuno scegliere la postazione smart working nei pressi di una finestra, per non passare gran parte della giornata sotto la luce artificiale ma godendo anche del sole e della vista del cielo.

Meglio scegliere una scrivania larga almeno un metro per poterla organizzare con tutti i comfort necessari per il lavoro, come il pc con il mouse, un portapenne, lo smartphone, un calendario per segnare le consegne ed eventuali riviste da consultare. Non bisogna dimenticare che lavoro da casa non significa dolce far niente, ma organizzazione del proprio tempo e massimo rendimento, per continuare a mantenere lo stesso ritmo di produttività rispettando giorni e orari di consegna.

La forma del tavolo può variare in base allo spazio disponibile e al gusto personale, sicuramente è più adatta la scrivania angolare, dinamica, spaziosa e versatile, si posiziona facilmente in qualunque angolo e consente una seduta più ordinata.

La scelta è davvero vasta e districarsi tra le varie proposte può diventare difficile, perché bisogna valutare dimensioni, materiale, colore e forma. Per questo di seguito abbiamo proposto alcuni tra i modelli più apprezzati negli ultimi mesi, forme e materiali che sapranno favorire comfort, concentrazione e il giusto raccoglimento.

Supporto per computer notebook Soges: versatile e leggero

Di produzione statunitense, una scrivania versatile e adattabile alle più disparate esigenze di studio e lavoro. Ha un’altezza variabile in base al luogo in cui viene utilizzata, dal divano alla sedia, seduti sul tappeto o a letto, i piedi del tavolino di adattano dolcemente, per una seduta comoda per la schiena.

Il pannello superiore è diviso in due segmenti entrambi reclinabili, il primo di misura inferiore è stato pensato per l’appoggio del mouse e la parte più ampia per il pc e gli altri oggetti più grandi. Per questo può essere utilizzato per studiare, lavorare, leggere, scrivere a mano o per un gioco da tavolo in due.

Tra i vantaggi che presenta, vi è sicuramente la multifunzionalità e l’adattabilità alle diverse esigenze, oltre al fatto di essere pieghevole e dunque riponibile in piccoli spazi quando non viene adoperato.

I colori sono sobri e non stancano gli occhi anche dopo molte ore di lavoro e il design si presenta essenziale e facilmente adattabile a qualsiasi tipo di arredamento.

Presenta, però, due importanti svantaggi: il primo è quello di non essere abbastanza solido soprattutto nel piano di appoggio, questo lo porta a tremare quando è reclinato o quando vi si appoggiano diversi oggetti; il secondo riguarda l’ampiezza del supporto, troppo limitata per chi è abituato a lavorare tra molte scartoffie.

Scrivania per computer WOLTU TSG26sz

Di matrice tedesca, la WOLTU TSG26sz è una scrivania sicuramente più solida della precedente, stabile e particolarmente stilosa. In materiale ecologico, è composta da addensato biosostenibile e cartone composito pressato, presenta una superficie liscia e resistente ai graffi.

Perfetta per chi ama riporre tutti gli oggetti da lavoro all’interno dei cassetti, è dotata di 4 nicchie spaziose dove nascondere il pc e i documenti al termine del lavoro, trasformandolo in un tavolino da arredamento stile shabby chic.

Costruito in legno e metallo, questo modello offre indubbi vantaggi quali la solidità, il design piacevole e la stabilità durante il lavoro.

Presenta, in ogni caso, alcune criticità spesso evidenziate dagli utenti, come la difficoltà nel montaggio, che risulta complesso e poco agevole per chi non è avvezzo ai lavori manuali.

Il colore scuro con cui viene realizzato, inoltre, non si adatta a tutti i tipi di arredamento, soprattutto quando gli altri mobili sono chiari e laccati.

Scrivania angolare ad L per computer en.casa

Ampia, multifunzionale e solida nella struttura, la scrivania proposta da en.casa è dotata di ben due superfici di lavoro che si snodano in due angolazioni: sulla prima è previsto l’appoggio di un pc classico da scrivania con la tastiera scorrevole che viene posizionata nell’apposito cassettino portatastiera.

Unita alla prima parte del tavolo, si trova una chez long che consente di poggiare cartelline, documenti, post-it, spillatrice e tutto quanto risulti necessario per un lavoro d’ufficio.

Dal design moderno e una struttura abbastanza solida, la scrivania è dotata di un telaio in acciaio sinterizzato di colore nero e il piano del tavolo, in truciolare melaminico, che presenta un effetto quercia piacevole al tatto.

È sicuramente comoda per lavorare o studiare perché è molto spaziosa e può ospitare anche personal computer fissi ed eventuali stampanti

Anche questo modello presenta due diversi punti critici: il primo è il montaggio, che diventa complicato perché richiede l’unione dei due segmenti e per questo è dotato di molte viti e bulloncini. Inoltre, non essendo ripiegabile, non è adatto quando lo spazio a disposizione in casa è ridotto.

avatar Staff
Blogger e Copywriter vari che collaborano periodicamente nelle ricerche e nei test dei prodotti recensiti. Se vuoi collaborare anche tu, scrivici tramite il form "Contatti"
Successivo Home working, organizzare il lavoro in smart working a casa
Fai una domanda su questo post.