La barba è questione di stile, contraddistingue gli uomini gli uni dagli altri, è come un segno distintivo. La barba dà all’uomo personalità e fascino, è simbolo di virilità e sensualità.

Negli uomini, il tema della barba è molto dibattuto e lo è sempre stato nel corso dei secoli, soprattutto perché i trend sull’argomento variano spesso e dipendono dalle mode e dai periodi storici.

Adesso, chi decide di portare la barba è un uomo che ha grande cura della sua persona, che si dedica del tempo. I tipi di barba più in voga, in questo momento, sembrano essere due: o curata, corta e sfumata o lunga e morbida.

Come deve essere la barba di un uomo?

Una barba curata, rende perfetto un look, per questo è molto importante scegliere la giusta lunghezza durante il taglio. La barba trasandata, da boscaiolo, è stata da tempo abbandonata per lasciare spazio a una barba curata, più professionale e sagomata.

La barba cortissima ben curata è anche detta “barba aziendale” perché tipica dei professionisti aziendali che vogliono avere sempre l’aspetto perfetto, senza peli selvaggi e spettinati che spuntano qua e là. Di norma, questo tipo di barba cresce in non più di 10 giorni, anche se il tipo di pelo, il suo spessore e la crescita dello stesso varia da persona a persona. La lunghezza perfetta per la barba aziendale è 2,5 mm che è possibile regolare con appositi trimmer, dotati di regolatore, o altri regola-barba con testine intercambiabili da 2 o 3 mm.

La barba corta è molto apprezzata dagli uomini per molte ragioni, incluso il fatto che barba e baffi corti sono versatili e richiedono poca attenzione e sembrano comunque robusti e belli. Per farla crescere sono necessari dai 10 ai 30 giorni in media e la lunghezza perfetta va dai 5 ai 15 mm. Ricorda che più la barba cresce e più è importante prendersene cura. Per questo, è fondamentale pettinarla e applicare prodotti specifici.

Per far crescere la barba di media lunghezza sono necessari da uno a due mesi, ma questo non vuol dire che per un mese devi lasciare crescere i peli in modo ribelle. Quando la lunghezza comincia a superare i 3 cm è consigliato anche tagliare i peli più lunghi o fuori posto che cominciano a spuntare qua e là. Pian piano, quando la barba cresce, smetterai di utilizzare il rifinitore e curerai la tua barba solo con forbici e pettine.

Anche la barba corta e di media lunghezza ha bisogno di cure ben precise, per questo il kit Guardenza di Trendhim è perfetto. Olio da barba, balsamo da barba, cera per baffi e pettine da barba in legno di sandalo per barba e pelle morbide e dall’aspetto curato, per fare colpo al primo sguardo.

Per passare da una barba media alla barba lunga ci vogliono almeno sei mesi. La barba lunga, o barba folta, deve essere curata davvero tanto per essere bella e d’impatto. A seconda della lunghezza della barba possono essere necessari dai 12 ai 24 mesi per ottenere la lunghezza desiderata, anche se gran parte degli uomini tende ad avere una crescita di barba e capelli più stentata dopo il primo anno quindi ottenere una barba lunga può richiedere più tempo.

Per non rimanere mai senza i prodotti necessari per curare la tua barba e mantenerla sempre morbida e impeccabile non puoi farti scappare il Toscana Beard Starter Set di Trendhim, uno dei brand top per quanto riguarda la cura della barba. Inoltre, a parte l’aspetto curato che donano questi prodotti, è importante menzionare il loro incredibile profumo, oltre al fatto di nutrire anche la pelle del viso.

Come sapere se si sta bene con la barba?

Come vedremo più avanti, per sapere se si sta bene con la barba bisogna attenzionare la propria forma del viso e per ogni tipologia è consigliata una barba più o meno lunga: corta, lunga, media lunghezza o barba sfumata, vediamo quale barba si addice a ogni tipo di forma del viso.

Quale tipo di barba scegliere?

In un viso tondo, la barba incolta permette di allungare i lineamenti, andando a creare un effetto spigoloso su cui si soffermerà l’attenzione. La tipologia perfetta per chi ha il viso tondo è una barba corta sulle guance e più lunga sul mento. Lo stile incolto ma comunque curato sta bene nell’uomo con il viso allungato o squadrato, anche se nell’ultimo caso si dovrà porre più attenzione nel momento del taglio; infatti, dovrà avere una forma arrotondata sul mento oppure, in base ai gusti, anche allungata, ma non con angoli netti.

In un viso ovale, invece, è necessario un taglio che riporti equilibrio, no quindi a barba lunga e baffi, sì a barba colta e folta sulle guance, lasciando più libera la zona della bocca.

Per chi invece ha un viso triangolare, è consigliato portare la barba corta, con un bel paio di baffi oppure medio-lunga e molto folta ai lati.

Negli ultimi anni, la tipologia di barba a cui puntano molti uomini è quella lunga, tipica degli hipster dal momento che si sposa con un look ben curato e bohemien.

In ogni caso, la barba sta bene su tutti gli uomini, basta trovare la giusta lunghezza in base alla propria forma del viso o al proprio stile e soprattutto curarla attentamente anche perché, secondo diversi sondaggi, gli uomini con la barba sono preferiti dalle donne.

Gli uomini ormai sono sempre alla ricerca degli strumenti migliori per mantenere la barba sempre al meglio. Un kit artigianale per gli appassionati di barba che include ingredienti naturali è il set da barba Big Sur di Trendhim, patchouli, lime e lavanda per una barba sempre impeccabile grazie alla cera d’api e dal profumo unico che non ti farà passare inosservato!

Come definire la barba?

Se è la prima volta che utilizzi trimmer con lunghezze regolabili, inizia sempre con una misura maggiore di quella che vuoi raggiungere, perché dopo puoi andare sempre ad accorciare mentre il contrario non è possibile. Inoltre, è meglio tagliare la barba una, massimo due volte a settimana e lasciare che i peli del viso crescano, piuttosto che tagliarla ogni giorno e stressare la pelle.

È molto importante creare una linea ben definita con il regola-barba, eliminando i peli superflui. Per questo è bene partire da sotto l’orecchio, procedendo poi fino alla parte inferiore della mandibola.

Rasatura all’italiana o all’americana?

È possibile fare una distinzione tra la scuola della tradizione classica italiana, nello specifico siciliana, e la tecnica dei saloni americani.

L’approccio italiano e siciliano alla rasatura prevede una crema emolliente, l’uso di un panno caldo, il cliente nella poltrona ferma e il barbiere che gira attorno per effettuare la rasatura. Alla fine, il trattamento prevede un panno freddo per far chiudere i pori per una durata totale della rasatura di 20 minuti.

La scuola americana prevede delle tempistiche più lunghe, fino a 60 minuti, con un doppio impacco di panno caldo, con lozioni e profumi per favorire il relax, una seconda rasatura più rifinita e il panno freddo a chiusura. La differenza sostanziale è che il barbiere sta fermo mentre è la poltrona del cliente a roteare durante il trattamento.

Sia che tu voglia una barba corta, di media lunghezza o lunga è importante che sia curata e per questo, come abbiamo visto, è molto importante utilizzare dei prodotti specifici per avere una barba forte e vigorosa. Per fortuna, in commercio è possibile trovare tantissimi prodotti, ma è importante utilizzare quelli giusti.

In una giornata estiva estremamente calda, cosa c’è di meglio di prodotti che, oltre a profumare la barba, danno una sensazione di freddo artico sulla pelle? Per questo motivo Trendhim ha realizzato un set apposito, con olio, shampoo, balsamo e balsamo per styling, per rendere perfetta la barba nelle giornate afose.

avatar Staff
Blogger e Copywriter vari che collaborano periodicamente nelle ricerche e nei test dei prodotti recensiti. Se vuoi collaborare anche tu: info@casa.re
Precedente Spazzola districante scioglinodi per capelli, quale usare?

Fai una domanda su questo post.